Il Questore della provincia di Imperia ha sospeso per 10 giorni la licenza dell’esercizio commerciale “Piazzetta Golosa”, a Sanremo in Frazione Borgo Bussana Vecchia. Il provvedimento trae origine dall’intervento della Polizia di Stato del 29 luglio, quando due equipaggi della Squadra Volante del Commissariato di Sanremo si sono recati nell’esercizio pubblico a seguito di richiesta d’intervento per lite tra più persone, pervenuta al numero unico d’emergenza 112.
Gli operatori di polizia hanno accertato che un cittadino di nazionalità olandese, verso le ore 18,30, era entrato nel locale sedendosi al tavolo con altri connazionali che gli offrivano da bere, nonostante fosse già in evidente stato di ebbrezza alcolica.
Poco dopo, il barista del locale ha sentito il rumore di sedie e tavolini cadere a terra e, recatosi nel dehor, ha notato un violento litigio in atto tra il cittadino olandese ed altri due avventori, occasionato presumibilmente da precedenti questioni insolute tra di loro. La colluttazione fra i tre è proseguita in modo molto violento, al punto che gli altri clienti presenti nel dehor erano costretti a rifugiarsi all’interno del locale. In particolare il cittadino olandese è stato colpito prima con una ginocchiata al viso e poi con calci e pugni al volto; per reazione, dopo essere caduto, si è impossessato di un coltello da cucina prelevato da un tavolo del locale e lo ha brandito verso gli altri contendenti fino a quando uno di loro, pur con grande difficoltà, lo ha disarmato. Nella circostanza, un altro avventore, nel tentativo di sedare la rissa, è stato colpito dal cittadino olandese con una coltellata all’avambraccio destro, riportando lesioni personali giudicate guaribili in 7 giorni. Per quanto accaduto, i partecipanti alla rissa sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria.
I fatti di cui sopra evidenziano caratteristiche attuali di pericolosità sociale del pubblico esercizio in esame e che gli eventi sopra esposti hanno palesemente creato una turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica, considerato anche il fatto che le diverse persone presenti nel dehor, intimorite dalla situazione di pericolo per la loro incolumità personale, sono state costrette a ritirarsi all’interno del locale, al fine di non rimanere coinvolti nella rissa.

Atteso quindi che compito primario dell’Autorità di Pubblica Sicurezza è quello di curare l’osservanza delle leggi e dei regolamenti nonché quello di adottare i provvedimenti idonei ad incidere sull’attività e sui comportamenti non conformi a disposizioni normative, che hanno determinato turbative per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, Il Questore Capocasa ha ritenuto necessario adottare un adeguato provvedimento di sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande ex art. 100 T.U.L.P.S.