Il 30 settembre 2018 Nathan Labolani è stato ucciso da un singolo proiettile che lo ha colpito mentre era accucciato dietro un cespuglio. Questa la dinamica dell’incidente costato la vita al 18enne di Apricale, durante una battuta al cinghiale in località Richelmi-Merdanzio. Giuseppe Iannì, 29enne di Bordighera, è accusato di omicidio colposo. Il 18enne quella mattina era nel bosco con un fucile da caccia con matricola abrasa, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.