Gennaro Iavarone, 43enne floricoltore sanremese, è morto in Ecuador per lesioni riportate dopo a un tuffo in piscina a inizio mese in un residence di Guayaquil. Dopo alcuni interventi alla colonna vertebrale e il coma farmacologico ieri il decesso a causa di complicazioni. A Sanremo era stata organizzata anche una raccolta fondi per organizzare il ritorno e le cure in Italia. “E’ stato ucciso dalla girandola burocratica tra autorità diplomatica in Ecuador e la Farnesina”, scrive Melania, sorella di Gennaro, su Facebook “l’autorizzazione ad avere un volo di Stato era arrivata venerdì 22”. La struttura sanitaria italiana era pronta per riceverlo in qualsiasi momento, ma pare che il volo non fosse stato ancora autorizzato perché Gennaro non poteva produrre l’Isee … I medici locali avevano dichiarato di non essere in grado di andare oltre con le cure specialistiche. I familiari potrebbero chiedere l’autopsia per capire le cause della morte di Gennaro.