All’ospedale Borea di Sanremo una milite di 40 anni della Croce Verde di Arma di Taggia, con coraggio ed una gran prontezza di riflessi, ha salvato la vita a un paziente in carrozzina facendogli scudo con il proprio corpo e rimanendo ferita. Stava, infatti, percorrendo il “tunnel” che collega i due padiglioni principali dell’ospedale quando un pesante vetro di uno dei finestroni è precipitato addosso alla donna. La 40enne ha riportato lo schiacciamento di alcune vertebre e la slogatura di una spalla, come scrive Lorenza Rapini su “La Stampa”.