“Lo spettacolo pirotecnico in programma il 21 luglio in occasione della festa patronale della Madonna del Carmine, annullato a causa delle avverse condizionati meteo, non verrà più recuperato ad agosto” così comunica il Sindaco Giacomo Chiappori.
“Purtroppo” – continua il Sindaco – “mi trovo costretto a prendere questa decisione per due motivi: il primo è di ordine economico in quanto l’annullamento dello spettacolo pirotecnico comporterà ugualmente un esborso economico per le casse comunali, visto il lavoro comunque svolto dalla ditta fino al momento del violento acquazzone che si è abbattuto su Diano Marina, ma soprattutto per il noleggio del pontone che da Savona si era recato fino al porto di Imperia Oneglia per il carico dei mortai e successivamente trasferito nelle acque del Golfo Dianese per lo sparo dei fuochi, che rappresenta la parte più onerosa della pratica “fuochi”.
“In secondo luogo si tratta di un problema burocratico da rivedere che, per via di una serie di permessi ed autorizzazioni, non ha reso possibile lo sparo dei fuochi nella serata del giorno successivo”.
“Per il futuro” – conclude Chiappori – “posso affermare che a Diano Marina non organizzeremo più i fuochi artificiali se non avremo la possibilità di spararli dalla terraferma, non è più ammissibile infatti essere vincolati ad un pontone che non permette lo sparo in caso di maltempo e/o di avverse condizioni del mare”.