Da venerdì 13 sino a domenica 15 luglio si svolgerà la prima edizione della manifestazione “La Musica Anima Pigna”.
L’evento nasce da una volontà di mettere in valore l’eterogeneità di Pigna, che sta conoscendo nuove realtà culturali che non solo ripopolano Pigna, ma addirittura ne fanno rinascere la sue tradizioni più secolari. Basti pensare che una grande comunità albanese che abita a Pigna oggi ne parla perfettamente il suo dialetto, che è uno dei più antichi e complessi d’Italia. È importante oggi, soprattutto in un’epoca e una parte geografica del mondo in cui si assiste inesorabilmente a una tremenda rinascita del razzismo e della paura dello sconosciuto, che paesi come Pigna mostrino al mondo che le tradizioni culturali secolari possono continuare a vivere e anzi a rinascere se il tutto è guidato dalla cultura e dall’arte, quindi dall’istruzione e dall’educazione.

“La Musica Anima Pigna” si articolerà in tre giornate.
Venerdì 13 luglio alle ore 18 sotto la Loggia il Festival si aprirà con un convegno su musica e integrazione tenuto da Valentina Rebaudo.
Sabato 14 luglio alle ore 16 nella sala musicale sotto il comune si terrà, in collaborazione con la musicoterapeuta Valeria Martini, un laboratorio di propedeutica musicale per bambini fra i 3 e i 6 anni secondo il metodo Edgar Willems in cui Valentina Rebaudo è specializzata.
Domenica 15 luglio, durante il pomeriggio, si terranno nelle varie piazze e carruggi di Pigna diversi giochi a squadre, secondo il tema “giochi di una volta”, per riunire i più e meno giovani con i giochi che si facevano una volta nelle strade di paese. La sera stessa alle ore 21 si terrà una commemorazione di Pierino Isnardi, personalità storica, politica e culturale fondamentale del paese, cui seguirà un concerto sotto forma di viaggio musicale in Piazza Castello con Valentina Rebaudo al clarinetto, Irene Puccia al pianoforte, Bianca Bonaldi alla danza e Giovanni Perotto alla voce narrante. Alla fine del concerto, i ringraziamenti e le premiazioni dei giochi.

L’evento è organizzato da Daniela Simonetti, sindaco di Pigna, su un’idea di Valentina Rebaudo, una sorta di sogno nel cassetto che quest’ultima ha da quando era piccola, cioè organizzare un festival di musica nel suo adorato paesino di origine, nonché dei suoi genitori e dei suoi nonni.
Valentina è entrata in contatto con Daniela dopo che quest’ultima assistette al suo incontro su musica e integrazione che si tenne al Liceo Aprosio a Ventimiglia lo scorso maggio: le due donne hanno subito pensato di mettere in piedi questo progetto, che è e sarà un progetto 100% femminile, con le collaborazioni di Valeria Martini, musicoterapeuta, Letizia Boschi che sarà a capo della giornata dedicata ai giochi di una volta, la ballerina Bianca Bonaldi molto conosciuta nella nostra zona, che danzerà sulle note del clarinetto di Valentina e del pianoforte di Irene Puccia, celebre pianista siciliana.
Valentina è particolarmente orgogliosa di questa forza femminile, nonostante lei si reputi lontanissima da quello che vuole essere il femminismo oggi: “Siamo donne, siamo mamme, siamo artiste, e mettiamo su questo progetto da sole”. Soprattutto da quando Valentina è mamma, ha molto a cuore l’indipendenza e la carriera della donna-madre. Il progetto vedrà inoltre un’importante partecipazione del docente, filosofo e scrittore Giovanni Perotto.

Sono tre gli obiettivi di Daniela Simonetti con la creazione di questo evento:
– offrire ai più piccoli i laboratori musicali come occasione di avvicinarsi alla musica, a ragazzi e famiglie la possibilità di giocare assieme per confrontarsi con quei valori di impegno, solidarietà e rispetto delle regole che i giochi a squadre creano l’occasione di affrontare.
– offrire un momento culturale, artistico e ludico che dia piacere e soddisfazione, in periodi dove la critica e il malumore sono travolgenti, una fiammella di positività e leggerezza ma anche cultura e valori.
– dimostrare che Pigna ha ancora molto da offrire, con la finalità che questo evento non sia fine se stesso ma possa essere l’esempio per un progetto che sui valori suddetti si sviluppi e si ripeta negli anni.

Per informazioni e iscrizioni al laboratorio musicale e ai giochi, occorre chiamare l’amministratore con delega al turismo (Mirko Borfiga) al numero 335 283846.
In caso di maltempo la giornata del 15 luglio sarà organizzata presso la tensostrutture del campo Giaira.