Svolta nell’indagine sull’incidente, avvenuto in corso Genova a Ventimiglia e costato la vita il 26 agosto 2017 al 35enne sanremese Luca Colangelo. La sua Honda, dopo aver urtato contro la portiera di una Mini, aperta mentre l’auto era in coda al semaforo, era finita sulla corsia opposta venendo investita da una Citroen Picasso. In base ad una perizia, la responsabilità dell’incidente sarebbe attribuibile solo al conducente, originario della Repubblica Ceca, della Mini che aprì la portiera di colpo e non al francese che guidava la Citroen, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.