Ventimiglia| Appare oggi all’Albo Pretorio della città di confine un avviso del Monopolio di Stato che riguarda l’apertura di una rivendita di Tabacchi in via Tenda nella città di confine, rivendita che dovrà essere gestita in via preferenziale da PROFUGHI, INVALIDI, DECORATI e MUTILATI DI GUERRA e Del Lavoro. Un avviso che vi riproponiamo qui in fotografia.

Il motivo del perché si vogliano privilegiate queste categorie è un mistero. Almeno inizialmente poi leggendo il testo del bando si capisce come esso citi un testo di legge che riporta ad un regio decreto ed una legge del 1953 che nulla ha a che vedere con gli attuali PROFUGHI
Via Tenda nella città di confine per il commercio dei tabacchi sarebbe una zona strategica vista la presenza e il conseguente passaggio di moltissimi francesi che lasciano l’auto anche solo al venerdì per recarsi al mercato settimanale. Sicuramente sarà una notizia destinata a far discutere.

Il testo del bando riprende un vecchio decreto regio ancora in vigore, regio decreto che dava appunto la precedenza a queste categorie: ecco il link all’agenzia delle dogane

Norme rivenidite ora sappiamo che non vi sono più né profughi italiani nè invalidi di guerra quindi viene in essere la lettera c del bando che apre ad altri profughi senza ulteriore specificazione. Leggendo il testo della legge 1297 del 1953 si può sapere che l’eventuale richiesta é riservata ai cittadini della comunità Europea,

La questione quindi è alla fine frutto di un equivoco che ha scatenato un intenso dibattito mediatico su tutti i gruppi social cittadini oltre che l’intervento di un candidato alle prossime elezioni parlamentari