E’ stato identificato il corpo dell’escursionista trovato in fondo in un burrone sul Muzzerone, la parete di roccia vicina a Porto Venere. Si tratta di Massimo Lonati, 58 anni, residente a Treviso e domiciliato alla Spezia. Il corpo è stato recuperato dai rocciatori del Saf. L’ipotesi più accreditata per la morte resta la caduta accidentale.