Si terranno a Taggia e a Bordighera, saranno condotti da Giorgia Brusco, impegneranno bambini, ragazzi e adulti da ottobre a maggio. I corsi dell’anno accademico 2017-2018 del laboratorio “Officina” del Teatro del Banchéro, Associazione culturale senza scopo di lucro giunta al 22mo anno di attività, sono stati presentati sabato a Palazzo Soleri, sede del Banchéro, di fronte ad una platea molto folta. Giorgia Brusco, attrice, scenografa, regista (http://www.teatrodelbanchero.it/z-curricula/giorgia-brusco/) sarà coadiuvata da Eugenio Ripepi. I corsi si svolgeranno a partire dal mese di ottobre, sia presso la sede di Taggia che al Palazzo del Parco di Bordighera. Le prime due lezioni di ogni corso sono gratuite e non impegnano alla prosecuzione. Fino a fine gennaio ci si eserciterà sulla voce e sulla presenza scenica, poi si lavorerà alla messa in scena dello spettacolo di fine stagione. “Lo spirito – ha spiegato Giorgia Brusco – è quello di mettersi in gioco e di lavorare per gli altri, con una presa di coscienza sull’uso del corpo e della parola, favorendo la rottura degli schemi di timidezza. Per ogni corso decideremo come lavorare in base alla composizione delle “classi”, cioé in funzione delle persone che si presenteranno e che continueranno”.

Gli iscritti ai corsi per adulti (e in parte anche i ragazzi) potranno partecipare anche agli stage di perfezionamento che vengono proposti durante l’anno accademico da professionisti internazionali. Per l’anno 2017-2018 sono in programma stage con Hal Yamanouchi e Gabriele Parrillo (entrambi attori e registi) “Che albero sei? Dalla consapevolezza fisica alla voce” (da giovedì 16 a domenica 19 novembre), con Luigi Orfeo (attore e regista) “Nessuno si salva da solo. Sull’arte del dialogo in scena” (da giovedì 14 a domenica 17 dicembre), con Marcello Prayer (attore e regista) “L’immagine tradita dal corpo intelligente; laboratorio sul metodo mimico” (da giovedì 25 a domenica 28 gennaio 2018), con Enrico Bonavera (attore e regista) “La maschera e la commedia dell’arte” (da giovedì 8 a domenica 11 marzo 2018).

“Officina” è il cuore pulsante del Banchéro. Lo scorso anno sono stati oltre 100 i partecipanti ai corsi, che hanno dato vita a ben 8 saggi di fine anno, tutti molto apprezzati.

Dopo l’evento di presentazione dei corsi, gli attori del Banchéro hanno messo in scena all’Anfiteatro al Castello di Taggia lo spettacolo “Il vero volto delle streghe”, scritto per Strigora 2017. Anche in questo caso, pubblico da tutto esaurito. SCARICA LA GALLERIA FOTOGRAFICA http://dropcanvas.com/unkzh
SCARICA LA LOCANDINA http://dropcanvas.com/m0y4p

Per ulteriori informazioni:
TEATRO DEL BANCHERO
Palazzo Soleri
Via Soleri, 12
18018 TAGGIA IM
Tel.: +39 0184 461063
teatrodelbanchero.it
info@teatrodelbanchero.it
FB: teatrodelbanchero

Il Teatro del Banchéro deve il proprio nome a un testo in versi, scritto da Carlo Cagnacci nella prima metà dell’ottocento, “Luigi Banchéro”, profondamente legato alle radici culturali di Taggia (Imperia). La trasposizione teatrale fu portata in scena, per la prima volta all’inizio del ‘900, con la regia di un giovane nato a Taggia, Carmine Gallone, che diventerà poi uno dei padri della cinematografia mondiale.

Associazione Culturale che dal 1996 si occupa su livelli diversi della diffusione della cultura teatrale, il Teatro del Banchéro ha una Scuola di Teatro che è un laboratorio di ricerca e sperimentazione teatrale. Produce spettacoli sia per la Compagnia, sia per Marcello Prayer (direttore artistico) distribuendoli su tutto il territorio nazionale. Oltre alle attività strettamente teatrali, svolge un’intensa opera di promozione culturale sul territorio, organizzando incontri letterari, conferenze, attività di ricerca e documentazione. Il Banchéro ha sede nell’antico palazzo Soleri, in pieno centro storico di Taggia.
La Scuola “Propedeutica” di Teatro è il luogo di incontro offerto alle persone che vogliono avvicinarsi al teatro, conoscerne i segreti, comprenderne i meccanismi. La Scuola di Teatro “Officina”, luogo per le persone che vogliono fare un viaggio verso se stessi, che vogliono giocare su un palco, è il laboratorio di ricerca e sperimentazione del Teatro del Banchéro. Sono attivi corsi e laboratori permanenti per bambini, ragazzi, adulti, con la partecipazione di artisti e professionisti del mondo del teatro nazionale e internazionale.
Da alcuni anni il Teatro del Banchéro ha dato vita anche a un importante laboratorio di scrittura che ha prodotto drammaturgie per teatro, raccolte di racconti e romanzi collettivi.