Viviana Spada, giornalista e abituale conduttrice de “Il tea con l’autore, scrittori della nostra terra” sarà per una volta protagonista unica, domani, in occasione della presentazione della guida turistica dedicata a Cervo e a San Bartolomeo al Mare, pubblicata da COEDIT, delle quali è autrice.

L’appuntamento con la rassegna che promuove gli autori locali, organizzata dal vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di San Bartolomeo al Mare, Maria Giacinta Neglia, con la collaborazione del Centro sociale Incontro, della libreria “Libri al Mare-Assolibro” di Imperia, ritorna al suo orario consueto, le 16:30, presso la Biblioteca “Alfea Possavino in Delucis”.

Viviana Spada svolge l’attività di autrice, consulente editoriale, giornalista. Ha pubblicato per B.I.S. (Blu International Studio, ora Macro Edizioni) il suo primo romanzo Da Hermann Hesse al Paese delle Nevi (2000) e ha partecipato a importanti concorsi ricevendo molti premi e riconoscimenti per poesie, racconti e romanzi. Una sua fiaba, Edy & Rouge, è stata pubblicata nell’antologia curata da Marino Magliani “C’era (quasi) una volta in Liguria” (Zem Edizioni, Vallecrosia), illustrato da Libereso Guglielmi, il “giardiniere di Calvino” a sostegno del progetto di adozioni a distanza della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova di don Andrea Gallo, cui sono stati devoluti tutti i diritti d’autore. Nell’estate del 2016 è uscita per Coedit la sua Guida turistica su Cervo e San Bartolomeo al Mare. Dal 2004 presenta nuove opere e i loro autori in diverse manifestazioni e rassegne letterarie. Come “dottor Clown Vispa” svolge attività di volontariato presso il reparto di pediatria dell’ospedale di Imperia.

La Guida turistica presenta da un lato l’antico borgo medievale di Cervo e dall’altro la cittadina di San Bartolomeo al Mare. Un oggetto semplice, di facile consultazione, corredato da molte immagini, ricco di notizie a volte insolite e sconosciute anche agli stessi residenti. Un percorso per chi vuole scoprire le due località del golfo dianese, con indicazioni chiare e precise, alla ricerca di luoghi affascinanti sia dal punto di vista naturalistico, sia da quello artistico-culturale.

“Con l’incontro di giovedì si chiude il programma del Tea 2017 – dichiara Maria Giacinta Neglia – una manifestazione ormai entrata a far parte del nostro programma e direi quasi “tradizionale”, che riesce a radunare un numero sempre crescente di appassionati, non solo di lettura e di cultura. Riveste infatti una sempre maggiore importanza la dimensione dell’incontro e dell’ascolto, che consente a persone diverse e a volte distanti di avvicinarsi e di comprendersi, in nome della lettura e della conoscenza”.