Alessio Alamia Burastero, il ventenne che ha confessato di aver ucciso a coltellate la ex fidanzata Janira D’Amato, è accusato di omicidio premeditato. Nell’interrogatorio ha detto di aver tenuto in tasca per tutto il pomeriggio il coltello usato per il delitto, un pugnale del tipo usato nei corsi di sopravvivenza. Janira ha subito almeno 15 coltellate alla testa, al collo e alle spalle. La ragazza ha tentato di difendersi (ha ferite sulle braccia). Dopo aver ucciso Janira, Alessio ha lasciato la casa portando con sé il cellulare della ragazza.