Tra i 4 milioni di euro di benie sequestrati dalla Polizia a Catanzaro e Lamezia Terme, in Lombardia, Piemonte e in Abruzzo c’è anche la “Costruzioni Generali srl”, affidataria in sub-appalto di lavori per la realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Andora-San Lorenzo.
Titolare è l’imprenditore Raffaele Dornio, 24 anni, il cui padre Gaetano, destinatario del provvedimento di sequestro, risulta aver avuto rapporti economici con Gennaro Pulice, ora collaboratore di giustizia. Come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa” sarebbe stato accertato, che, anche se intestata a Dornio, l’azienda era di fatto riconducibile a Pulice.