Nessun ferito alla notte dei “furgari” di Taggia. I “furgari” sono stati accesi ed esplosi lontano dal drappello di 10 Carabinieri che presidiavano la manifestazione. Carabinieri e 118 si sono dovuti dare da fare per i molti casi di eccessi alcolici. Dopo mezzanotte è scomparso un ragazzo che dopo aver litigato con la fidanzata ed essersi ubriacato: si temeva si fosse gettato nel torrente Argentina. Era, invece, precipitato in una fascia sottostante l’argine, per il troppo alcol ingerito, come scrive Giulio Gavino su “La Stampa”.