Durante lo scorso fine settimana, i Carabinieri del Comando Provinciale di Imperia hanno eseguito una serie di servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, dello spaccio di sostanze stupefacenti, nonché alla vigilanza sul rispetto della normativa antipandemica, amplificandoli in particolar modo nell’area di confine.
I servizi hanno consentito di identificare 395 persone, procedendo anche al controllo di 162 veicoli.
In termini di attività di polizia giudiziaria, i militari hanno denunciato a:

  • Imperia, due persone ritenute rispettivamente responsabili di guida senza patente (in quanto già ritirata in una precedente occasione) e lesioni personali aggravate nei confronti di un cittadino extracomunitario, causate durante una lite;
  • Ventimiglia, uno straniero colto nella flagranza di “taccheggio” in un supermercato cittadino e un cittadino francese per oltraggio a p.u.;
  • Bordighera, una persona ritenuta responsabile di un furto con destrezza ai danni di una persona anziana, nonché sanzionato un esercizio pubblico di Ospedaletti atteso che somministrava cibi e bevande senza osservare la normativa in vigore in tema di asporto, disponendone la chiusura per 5 giorni, procedendo invece all’arresto, a Ventimiglia, di:
  • un cittadino straniero – residente in Italia – in esecuzione di un provvedimento di carcerazione per rapina e lesioni personali;
  • un italiano nella flagranza di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, avendo questi aggredito una persona che lo aveva tamponato per impedirgli di chiedere l’intervento dei Carabinieri, assaliti aloro volta quando giunti sul posto.
    Ai servizi di controllo del territorio hanno collaborato due unità del Nucleo Cinofili di Villanova d’Albenga, che hanno assistito i Carabinieri durante l’esecuzione di posti di controllo, perlustrando anche giardini pubblici e zone note come ritrovo di consumatori di sostanze stupefacenti.
    Il dispositivo è stato integrato dal servizio dell’elicottero dei Carabinieri del 15° Nucleo di Villanova d’Albenga che ha sorvolato i cieli della provincia operando in sinergia con i reparti a terra.