Nella foto: la consegna alla Dirigente dei Servizi Sociali di Ventimiglia, Monica Bonelli

Il Lions Club Ventimiglia, presieduto quest’anno da Roberto Capaccio, ha donato tessere buoni acquisto generi alimentari a 50 famiglie residenti in Città con gravi problemi economici dovuti all’emergenza sanitaria in atto. La donazione, del valore complessivo di euro 2.750,00, è stata resa possibile grazie alla generoso contributo di alcuni chef e ristoratori (del Ristorante Torrione di Vallecrosia, de U Cian di Isolabona, del Busciun, dell’Italia e della chef Terry Prada di Castelvittorio) che, con la loro iniziativa del “Turtun in quarantena”, avevano raccolto gran parte della cifra a cui si è aggiunto il versamento di un funzionario della Pubblica Amministrazione che è voluto restare anonimo e lo sconto sulle spesa del 10% praticato dalla CONAD, azienda che ha garantito una filiera esclusivamente italiana dei prodotti messi in vendita con le tessere come avevano richiesto i ristoratori benefattori che, anche in questo modo, vogliono porre l’attenzione sul bisogno, nell’attuale fase di riavvio dell’economia, di aiutare i produttori nazionali.
Il Lions Club Ventimiglia ringrazia chi ha materialmente contribuito e l’Amministrazione Comunale della Città che collabora nella distribuzione alle famiglie bisognose.