La Polizia Postale ha arrestato il sindaco di Triora, Massimo Di Fazio, con l’accusa di bracconaggio e utilizzo di armi da sparo. Avrebbe partecipato a battute di caccia al cinghiale non consentite, senza avere oltretutto il porto d’armi, revocatogli diversi anni fa. Di Fazio (eletto nel 2018), che ora si trova ai domiciliari, già la scorsa estate era stato raggiunto, come amministratore della società “terra brigasca” che gestisce la foresta demaniale Germonte, da un avviso di garanzia per un presunto inquinamento ambientale e un abuso edilizio.