Nella foto: Ombretta Ballestra

La sanremese giramondo Ombretta Ballestra torna nella sua città e presenta, domani sera, giovedì, alle 20 al Circolo Zoè di via Carli 24, il suo libro “Dai cubi di Ibiza a Teresa di Calcutta”, edito da… L’inedito. Una autobiografia condizionata da un trauma vissuto nell’età infantile. La Ballestra ha raggiunto diversi stati e molti centri. Ha anche girato per due anni con un furgone, insieme a un ragazzo, Marocco, Spagna e Brasile. Si è quindi riavvicinata al padre. Infine ha abbandonato Europa e fidanzato ed è volata in India dedicandosi all’assistenza dei lebbrosi come volontaria. La Ballestra è nata di Sanremo nel 1977. Insegnante di yoga, amante del mare e del surf (che pratica), ha una predilezione per la cucina vegana. Per la sua attività che l’ha vista in molte parti del mondo e stata definita ‘ligure di nascita ma mondiale nell’anima’. E anche: ‘Anticonvenzionale per indole, sognatrice controcorrente e caparbia viaggiatrice’.
L’iniziativa di giovedì sera è a cura delle associazioni culturali ‘I Colori della Gioia’, presieduta da Gioia Lolli, e il Circolo Zoé.