Si sta approssimando la data del 26 marzo, in cui entrerà in vigore l’ordinanza con cui l’Amministrazione di Bordighera ha introdotto alcune importanti norme per la minimizzazione dei rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale.
E’ infatti previsto che le disposizioni dettate abbiano efficacia a partire dal centoventesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’ordinanza stessa, pubblicazione che è avvenuta lo scorso 26 novembre; questo al fine di consentire l’esaurimento delle scorte dei materiali che non potranno più essere utilizzati.
Più in particolare, le attività commerciali, artigianali, e di somministrazione alimenti e bevande non potranno più distribuire ai clienti sacchetti per la spesa monouso in materiale non biodegradabile. Le posate, i piatti, i bicchieri, i sacchetti monouso e i cotton fioc consegnati agli acquirenti dovranno essere esclusivamente in materiale biodegradabile e compostabile, così come i bicchieri utilizzati per i distributori automatici. L’obbligo varrà anche in occasione di feste pubbliche e sagre.
Ai trasgressori sarà comminata una sanzione amministrativa da 25 euro fino a 500 euro, sempre che il fatto non costituisca reato già sanzionato da norma di rango superiore.
“Il Comune di Bordighera, che questa ordinanza ha reso “plastic free”, ha dato un chiaro segnale del suo impegno per la riduzione della diffusione di rifiuti dannosi per l’ambiente e per la salvaguardia dell’ecosistema” dice il sindaco Vittorio Ingenito.