Il Consiglio dei ministri ha impugnato due leggi regionali della Liguria sui balneari sostenendo che vanno contro la direttiva Ue Bolkestein e violano la Costituzione. In particolare il Consiglio dei ministri ha impugnato la legge regionale sulla “Qualificazione e tutela dell’impresa balneare”, “in quanto alcune norme che riguardano l’assegnazione delle concessioni balneari marittime alle imprese balneari liguri si pongono in contrasto con la disciplina europea, pregiudicando altresì la libera concorrenza”.
Il Cdm sostiene che “alcune norme, configurando un regime di preferenza per i soggetti titolari di concessioni in atto si pongono in contrasto con il diritto europeo e con la disciplina nazionale in materia di concessioni”.