Quasi 300 persone hanno partecipato a due “dog invasion” organizzate a Savona per protestare contro l’ordinanza con cui il sindaco ha vietato ai padroni dei cani di far effettuare le deiezioni sui marciapiedi delle due principali vie cittadine, pena multe da 50 a 500 euro. La decisione mira a garantire il decoro, ma c’è chi ritiene l’ordinanza inapplicabile, data la difficoltà di prevedere quando il proprio cane dovrà espletare i bisogni per farlo scendere in tempo dal marciapiede.