Da lunedì gli aumenti hanno portato a 2 euro la differenza di prezzo per un pacchetto di sigarette tra Italia e Francia.
Per i transalpini che si riforniscono in Riviera il risparmio è di 20 euro a stecca. La normativa prevede l’importazione massima di 800 sigarette, quindi il guadagno massimo è di 80 euro a viaggio.
Il governo francese ha predisposto un irrigidimento dei controlli a tutte le frontiere, compresi i 4 valichi dell’estremo Ponente. L’obiettivo è contrastare il contrabbando, come scrive Giulio Gavino su “La Stampa”.