Nell’aeroporto di Genova entra per la prima volta in servizio Babol, un pastore tedesco della Finanza capace di fiutare grosse somme di denaro, e scova subito due potenziali evasori: un facoltoso imprenditore cinese con 22.500 euro che ha spiegato di essere in Italia per fare shopping negli outlet delle grandi marche, e un’ex badante peruviana che rientrava in patria con 32.500 euro. Tutti e due avrebbero dovuto dichiarate la valuta e per questo saranno multati. Il cane Babol ha 5 anni ed è allenato a fiutare cifre superiori a 10.000 euro.