Negli ultimi giorni dell’anno sono proseguiti i lavori di manutenzione delle dighe foranee antistanti il litorale di San Bartolomeo al Mare. L’intervento si è reso necessario per far fronte all’accrescimento del fenomeno di erosione della costa a causa delle mareggiate, resosi sempre più evidente per via della progressiva riduzione della capacità di frenare l’impatto del mare attraverso la barriera frangiflutti. Si è trattato di opere di manutenzione straordinaria, effettuate su 2 delle 5 dighe con un pontone galleggiante trainato da un rimorchiatore e con l’utilizzo di massi naturali estratti dalla stessa cava da cui furono estratti quelli utilizzati circa un ventennio fa.

I lavori (importo complessivo 130mila euro) sono stati progettati dall’Ingegner Lorenzo Grassano di Imperia ed eseguiti da parte della Ditta “Giuseppe Santoro” di Genova.

“Le dighe foranee avevano mostrato alcuni collassi – spiegano il Sindaco Valerio Urso e l’Assessore Sandro Fedozzi -. L’Ufficio tecnico del Comune, che fa un controllo costante di questo impianto, il quale è naturalmente dinamico, ha rilevato che i danni erano tali da non consentire più al modello idraulico di rispondere correttamente. Questo intervento di manutenzione è il primo di alcuni che dovranno essere programmati nei prossimi anni”.

L’intervento è stato finanziato grazie alla variazione di bilancio approvata all’unanimità a fine ottobre dal Consiglio Comunale. Con quella variazione sono stati finanziati anche numerosi altri importanti lavori, tra cui l’asfaltatura di varie strade, il rifacimento di alcuni tratti di muretti in pietra, la posa di nuovi tratti di guardrail di sicurezza, la costruzione di un nuovo marciapiede in prossimità dell’ingresso alla Scuola Media con il contestuale intervento di bonifica e il rifacimento del manto stradale, l’illuminazione di sicurezza sugli attraversamenti pedonali di via Aurelia, le indagini di geologia e statica, oltre che impiantistiche per l’adeguamento degli standard di sicurezza sull’edilizia scolastica.

“Siamo riusciti a far fronte alle ristrettezze imposte dal Patto di Stabilità – ha concluso il Sindaco – grazie ad un minuzioso lavoro da parte degli Uffici e di tutti gli Assessorati, con il quale abbiamo ricavato una disponibilità di circa 650mila euro per fare questi interventi, oltre ad altri, più piccoli ma certamente non meno importanti”.