Si è svolta stamani alle 11 la cerimonia ufficiale del battesimo di Monaco One, il catamarano ad alta velocità realizzato per il collegamento via mare tra i Porti di Monaco e Cala del Forte a Ventimiglia. All’evento hanno partecipato SAS il Principe Alberto II, sua nipote e madrina di Monaco One Camille Gottlieb, S.A.R. la Principessa di Hanovre, S.A.S. la Principessa Stéphanie, il Signor e la Signora Louis Ducret e la Signorina Pauline Ducruet.

Aleco Keusseoglou, Presidente di Monaco Ports, ha accolto gli ospiti sulla banchina dello Yacht Club Monaco, i cui ampi spazi hanno consentito il rigoroso rispetto delle norme di contrasto alla pandemia, con queste parole: “Quello di oggi è un giorno di festa per tutti noi. Monaco One, La nostra navetta dal design futuristico simboleggia la speranza di giorni migliori e noi crediamo e lavoriamo per questo”. Dopo i ringraziamenti di rito agli ospiti presenti, il Presidente Keusseoglou ha sottolineato: “l’importanza della funzione di collegamento di Monaco One per i clienti dei porti del Principato e di Cala del Forte che rafforza, anche idealmente, il legame già forte di Ventimiglia e del ponente ligure con Monaco”. Vorrei infine ringraziare in modo particolare Camille Gottlieb per aver accettato di essere la madrina di Monaco One, siamo tutti molto onorati. Colgo l’occasione per annunciare che SEPM con Monaco One stabilirà una partnership con l’associazione BE SAFE, di cui è lei è presidente. Questa associazione ha uno scopo particolarmente nobile e siamo molto felici di offrire il nostro contributo.”

Al termine della cerimonia religiosa officiata da Monsignor Dominique-Marie David Arcivescovo di Monaco e del tradizionale rito della bottiglia, regolarmente rotta sullo scafo dopo il taglio del nastro effettuato dalla madrina Camille Gottlieb, la Famiglia Grimaldi accompagnata dal Presidente Keusseoglou è salita a bordo di Monaco One per prendere parte all’uscita inaugurale in mare.

Monaco One è un vero e proprio concentrato di tecnologia: costruito in sandwich di vetro/carbonio, 12,00 metri di lunghezza per 7,50 di larghezza, alimentato da due motori Yanmar da 350 CV ciascuno, ha un’autonomia di 250 miglia, percorre in meno di 15 minuti la distanza tra Monaco e Ventimiglia a 45 nodi di velocità, trasportando fino a 12 ospiti in assoluta comodità. L’imbarcazione coniuga esigenze di velocità, affidabilità e rispetto per l’ambiente grazie a soluzioni aerodinamiche innovative che consentono di dimezzare ad alta velocità il consumo di carburante rispetto alle imbarcazioni convenzionali.

Nei prossimi giorni Monaco One sarà dotato di un innovativo dispositivo di monitoraggio denominato REPCET, che consente il tracciamento in tempo reale di grandi cetacei, contribuendo così alla salvaguardia dei mammiferi marini.

Oltre le personalità monegasche, all’evento hanno partecipato il consigliere della Regione Liguria Enrico Ioculano, il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, il sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola, il T.V. Carmela D’Abronzo Comandante Circomare Sanremo, il Maresciallo Giovanni Larizza, Comandante della delegazione di Spiaggia di Ventimiglia e del porto di Cala del Forte, Gian Battista Borea D’Olmo Direttore Generale dei Porti di Monaco e Amministratore Delegato di Cala del Forte e Marco Cornacchia, direttore di Cala del Forte.