Alla luce della stretta annunciata dopo l’incremento dei contagi da Covid-19 a Nizza, saranno rafforzati i controlli alle frontiere terrestri con l’Italia. “Vigileremo che con i nostri amici italiani sia operativa la reciprocità” ha detto il prefetto della regione Alpi Marittime, Bernard Gonzalez. All’aeroporto di Nizza i tamponi molecolari potranno essere fatti a passeggeri di aerei scelti a campione. Per i viaggiatori stranieri sono previsti test molecolari che potranno essere eseguiti su tutti i passeggeri di voli scelti in modo aleatorio.