Per la terza sezione penale della Cassazione ci sono errori e sottovalutazioni nella sentenza d’appello sulla morte della 20enne imperiese Martina Rossi, caduta il 3 agosto 2011 da un balcone a Palma di Maiorca. Il 21 gennaio è stata annullata l’assoluzione e disposto un appello bis per i due 28enni aretini Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi. La Cassazione evidenzia l’incompletezza, la manifesta illogicità e la contraddittorietà della sentenza di appello. Per la Corte “la più evidente carenza di analisi” è relativa alla intercettazioni del 7 febbraio 2012 in cui sembra che i due giovani manifestino sollievo per il fatto che non fossero stati trovati segni di violenza sul corpo di Martina.