Oscar Capossela, 47enne disabile di Bordighera, condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione con l’accusa di aver truffato l’Inail e di essere un falso invalido, è stato assolto in secondo grado, sentenza ora confermata in Cassazione. Come ha anticipato Imperiapost.it, nel 2006 l’uomo divenne paraplegico agli arti inferiori dopo essere stato investito da un’auto pirata. Nel 2012 dopo la segnalazione di tre persone che lo avrebbero visto camminare, Capossela fu denunciato e la Finanza aprì un’inchiesta. Si sospettò che l’uomo si fosse infortunato per una caduta accidentale e furono messi in dubbio l’invalidità e la cartella clinica. Nel giugno del 2016 il tribunale di Imperia lo condanna a 2 anni e 6 mesi per truffa e falso. Nel giugno del 2019 la Corte di Appello lo assolve, a fine 2020 la sentenza della Cassazione con la restituzione di beni e conti correnti in precedenza sequestrati.