Dopo un periodo molto difficile per la struttura e per la comunità del Don Orione di Sanremo, la direzione è lieta di rendere partecipe gli assistiti ed i loro famigliari, oltre che l’opinione pubblica sugli ultimi aggiornamenti, comunicando che i tamponi molecolari eseguiti sui pazienti ancora in isolamento hanno dato esito negativo; perciò ufficialmente si può dichiarare chiuso il focolaio in quanto tutti i pazienti e i dipendenti della struttura ad oggi sono Covid negativi. Durante tutto il periodo di gestione dell’emergenza sanitaria interna si è creata una stretta collaborazione tra lo staff sanitario e l’ASL e questo ha permesso una ottimale gestione dei pazienti Covid positivi e il continuo screening e tracciamento di ospiti e di operatori. La direzione del Don Orione intende ora ringraziare pubblicamente il Dipartimento Anziani come principale interlocutore dell’ASL 1 Imperiese, specialmente il dott. Di Diadoro e la dott.ssa Giammarino, il dott. Castagno del GSat, il dott. Cenderello, primario delle Malattie Infettive che, con il suo intervento presso la struttura, ha aiutato in prima linea a determinare i percorsi terapeutici per pazienti affetti da Covid 19. Come già anticipato nelle precedenti informative per i parenti, caregiver e conoscenti, a partire dal 1 febbraio 2021 sono state eseguite le seconde dosi del vaccino anti Sars Covid 2 sulla quasi totalità degli ospiti, esclusi pochi casi secondo le linee guida dell’ASL e degli operatori che hanno aderito alla campagna. Tutti i vaccinati hanno ricevuto il vaccino Covid-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) e questo senza riscontrare, tra gli ospiti, importanti reazioni avverse dopo la somministrazione del vaccino. Dalla giornata del 03/02/2021 la struttura ha riaperto per gli ingressi sia dei pazienti privati che convenzionati (accreditati, mantenimento e post acuti) dando via alla ufficiale riapertura del reparto riabilitativo (RSA 1 livello) secondo le modalità richieste e confermate dalla delibera regionale Alisa 389 che prevede ingressi tramite passaggio in zona buffer ed esecuzione del tampone per ingresso e per uscita dalla zona buffer (zona neutra di osservazione).  Sempre la direzione del Don Orione tiene ad informare parenti, caregiver ed Ads che si sta organizzando per la riattivazione delle visite protette con le stesse modalità previste dal progetto avviato lo scorso maggio “vicino agli occhi, vicino al cuore”. A breve i parenti degli ospiti saranno contattati dagli educatori per la calendarizzazione degli incontri. Le videochiamate comunque rimarranno una modalità di comunicazione anche in seguito, sperando, in futuro, in una apertura diversa verso l’esterno che al momento non è possibile data la generale situazione epidemiologica territoriale. Sempre la direzione del Don Orione ha inteso ringraziare pubblicamente, per la fiducia e la comprensione, sia i parenti degli ospiti che le Ads, specialmente durante questo ultimo periodo, rimarcando come la sensibilità dimostrata circa l’adesione alla campagna vaccinale per i loro cari, abbia permesso la vaccinazione di una alta percentuale dei pazienti, scusandosi se nel periodo di massima allerta, la comunicazione con i caregiver non sia stata sempre possibile in termini di frequenza ma solo perché il lavoro degli operatori era concentrato nella gestione dell’emergenza sanitaria interna, assicurando che la struttura continuerà il lavoro di screening di ospiti e personale per vigilare sulla situazione epidemiologica interna.