Il Vice Presidente e Assessore all’Agricoltura e allo Sviluppo dell’Entroterra Alessandro Piana, l’On. Flavio Di Muro e la Consigliera Regionale Mabel Riolfo hanno incontrato gli Amministratori della Valle Impero al Frantoio di Roccanegra (Chiusavecchia) per raccogliere le istanze del territorio. Un target, quello dell’individuazione di punti d’azione strategici e condivisi, che rispecchia i sopralluoghi della Lega già realizzati in questi mesi in Val Verbone e Valle Arroscia.
“Abbiamo già chiesto -spiega il Vice Presidente Piana- più attenzione e un maggior peso della Liguria nel biennio 2021-2023, sui fondi disponibili nel periodo di transizione verso il nuovo Programma di Sviluppo Rurale e una ridefinizione dei parametri che non rispecchiano più le esigenze delle nostre aziende. La Valle Impero per la Liguria in chiave produttiva e culturale è sicuramente strategica, con evidenti ricadute economiche e occupazionali sull’indotto che intendiamo rafforzare. Nel dettaglio la valorizzazione e i nuovi obiettivi discenderanno dalle risorse legate al Fondo Strategico Regionale e al Recovery Fund. Sul piano globale si tratta poi di affinare le buone pratiche del territorio, alleggerire la burocrazia, incentivare e presidiare le zone maggiormente a rischio, promuovere le eccellenze agroalimentari liguri per ottenere una crescita equilibrata e duratura attraverso tre asset fondamentali: ricerca, sviluppo e innovazione”.
L’orizzonte è chiaro, si va dall’accelerazione e da un uso mirato degli stanziamenti strategici al rafforzamento dei gruppi di produttori, fino alla messa in sicurezza e alla promozione del territorio per una maggiore tutela del comparto e una progettualità ben definita delle politiche di settore. 
Tra gli incontri effettuati nella mattinata si segnala inoltre quello in Comune a Chiusanico tra il Vice Presidente Alessandro Piana, l’On. Flavio Di Muro, la Consigliera Regionale Mabel Riolfo e il Sindaco Gianni Agnese sulla disamina del progetto di rotonda della Statale 28 che riguarda l’area commerciale dello stesso Comune.
“Abbiamo affrontato- continua l’On. Di Muro- il tema dello sviluppo delle aree di crisi non complessa, che in questo Paese sono spesso dimenticate a livello di contributi rispetto alle altre, inoltre servono degli sviluppi infrastrutturali certi sia della piccola viabilità interpoderale che dei collegamenti delle strade provinciali. Altri punti fondamentali quelli inerenti le novità sulla legge Realacci con i contributi ai piccoli Comuni che necessitano di ulteriori risorse per i servizi resi alla comunità. Ho presentato un emendamento -depositato al Decreto Milleproroghe – per slittare l’approvazione del bilancio per i Comuni che hanno subito eventi metereologici calamitosi nello scorso anno e sono ancora in attesa di ricevere le somme richieste dallo Stato”.
“L’incontro è stato proficuo- conclude la Consigliera Regionale Riolfo – sicuramente c’è l’impegno da parte mia, della Regione Liguria e dell’On. Di Muro di far fronte ai problemi della zona sia dal profilo economico ed infrastrutturale sia sul versante della Sanità e delle Politiche Sociali per l’ampliamento dei servizi territoriali in questo periodo di contenimento e prevenzione da Covid-19”.