Beni per 150 mila euro confiscati, sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Albenga, divieto di uscire da casa dalle 20 alle 6 e presentazione periodica ai carabinieri per 5 anni. Sono le misure per una truffatrice seriale, una 59enne di Albenga. I Carabinieri di Albenga hanno dimostrato come la donna “fosse socialmente pericolosa e vivesse grazie a furti e truffe”, compiuti nelle province di Savona e Imperia, dove agiva fingendosi impiegate delle Poste o della luce o del gas. La donna ha movimentato circa 300 mila euro tra conti correnti bancari, conti e libretti postali, acquistando auto e terreni poi rivenduti.