In un purtroppo sempre più lungo periodo di pausa obbligatoria per l’emergenza sanitaria causata dal COVID e in attesa in attesa di poter tornare a organizzare “in presenza” i suoi consueti e affollati corsi di recitazione, guidati da Diego Marangon, per bambini, ragazzi e adulti, ma soprattutto confidando poter essere a breve nuovamente in scena, come già avvenuto seppure limitatamente nella passata estate, anche LIBER theatrum rompe almeno in parte gli indugi decidendo di proporre “Fai fiorire la tua voce! Noi siamo ciò che la nostra voce è in grado di esprimere” corso on line di dizione e lettura espressiva dedicato alla voce e al suo corretto utilizzo, tenuto da Silvia Villa: attrice, cantante ed esperta doppiatrice.
Difficilmente proponibile infatti, nonostante l’uso della tecnologia, un vero e proprio corso di recitazione dove il contatto e l’interazione fisica, soprattutto per la indispensabile componente emozionale, sono elementi assolutamente indispensabili e imprescindibili, si è ritenuto invece possibile e ipotizzabile raggiungere buoni risultati quantomeno prevedendo e dedicando grande attenzione alla tecnica nell’uso della voce, soprattutto in ambito artistico e teatrale in particolare, per imparare un uso corretto dello strumento vocale, educare e migliorare la dizione, eliminare le cadenze dialettali o al contrario sfruttarle al meglio a fini interpretativi, risolvere difetti di pronuncia, indagare l’espressività vocale e rendere più efficace la propria comunicazione.
Il corso organizzato in otto incontri ha visto rapidamente raggiungere il numero massimo di possibili allievi, suddivisi in più serate, con l’adesione entusiasta di un gran numero di iscritti, molti dei quali già legati in qualche modo a LIBER theatrum e reduci da precedenti esperienze negli anni scorsi con la cantante e vocal coach Bruna Vietri, ciò a conferma dell’utilità della proposta e del loro desiderio di migliorarsi sempre più in quella che è diventata qualcosa in più di una semplice passione.
Nel frattempo, questi lunghi mesi di inattività sul palco vengono sfruttati dal gruppo teatrale ventimigliese soprattutto per pensare, scrivere e preparare, sperando di poterli portare in scena il prima possibile, tanti bei progetti e spettacoli: alcuni già pronti e semplicemente rimandati, altri idealmente nuovi o in divenire.
C’è bisogno di nutrire e alimentare l’anima, sia degli attori che degli spettatori, missione questa sentita profondamente soprattutto in questo momento, divenuto ormai un periodo troppo lungo, di astinenza e buio spirituale.
INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com