Garantire la sicurezza è uno dei primi doveri delle Istituzioni nei confronti dei cittadini. Non a caso, nel delineare le cinque parole chiave del mio mandato da sindaco, ho inserito con convinzione il termine “sicura”. Una città che vuole crescere, essere viva e prospera deve essere anzitutto una città sicura.

Ho ascoltato con attenzione le parole del Questore di Imperia, di cui condivido appieno il ragionamento. Dati ufficiali alla mano non si giustifica l’allarmismo creato da alcune classifiche nazionali sulla situazione della nostra provincia. Il nostro è un territorio sicuro.

Desidero ringraziarlo per il lavoro svolto in questi mesi difficili di pandemia. Un grazie sentito alle forze di Polizia, che nella nostra città hanno anche raddoppiato il numero di volanti impiegate. Coesione e rispetto delle regole sono da sempre i prerequisiti per superare i momenti più duri.

Dal canto nostro, come Amministrazione Comunale, abbiamo fatto uno sforzo significativo sul rinnovamento del sistema di videosorveglianza, passando da circa 80 sensori presenti in città (di cui la metà malfunzionanti) a circa 250, di cui più di 100 in 4K”. Così il sindaco di Imperia, Claudio Scajola.