Agenti di polizia raffigurati come maiali che picchiano selvaggiamente persone inermi. Il segretario provinciale dell’USPP, Guido Pregnolato, esprime il proprio sdegno verso il nuovo videoclip della cantante Gianna Nannini. Immagini inaccettabili, un messaggio di istigazione all’odio verso uomini e donne dello Stato che quotidianamente garantiscono la sicurezza del Paese. Comprendo la libertà d’espressione ed anche la provocazione in ambito artistico nel comunicare le proprie idee, ma questo video è un offesa totale e ci rammarica che una cantante di indiscusso valore come la Nannini diffonda un messaggio così devastante, soprattutto per le nuove generazioni. La Polizia Penitenziaria, categoria che fieramente rappresento, negli ultimi 20 anni ha sventato nelle carceri italiane, più di 21 mila tentati suicidi da parte di persone detenute ed impedito che circa 170 mila atti di autolesionismo potessero avere conseguenze nefaste. L’USPP di Sanremo chiede alle istituzioni cittadine, al Consiglio comunale, di impegnarsi affinché la cantante non sia più invitata al Festival, a meno che non ritiri il videoclip e chieda pubblicamente scusa.