La Polizia Postale di Imperia sta monitorando la situazione per intercettare veglioni casalinghi clandestini, cenoni abusivi in b&b, agriturismo e case vacanza, party privati allargati ben oltre i limiti del Dpcm. Dj e organizzatori di eventi e cene, ma anche titolari di trattorie, bar e locali lontani dalla costa, sono all’opera per un Capodanno alternativo. C’è anche chi cerca una casa, all’ultimo momento, dove ritrovarsi in gruppi da 10-20 persone per mangiare e bere in compagnia, come riporta Giorgio Bracco su “Il Secolo XIX”.