Nell’anno caratterizzato purtroppo dall’emergenza Covid-19, il progetto Lavanda della Riviera dei Fiori® prosegue le iniziative con la presentazione di un nuovo prodotto: si tratta dello Spray Igienizzante a base di lavanda hybrida Boscomare, ad effetto detergente, igienizzante, antibatterico, antisettico e antimicrobico, frutto dell’abbinamento di lavanda hybrida Boscomare ed Eucalyptus globulus da agricoltura biologica, sapientemente combinati dal Laboratorio Cosmetico Sanpietro Lab di Diano San Pietro (IM). Un prodotto ideato per la quotidianità caratterizzato da un delicato profumo di lavanda della nostra terra. Lo Spray Igienizzante realizzato con San PietroLab si aggiunge alla gamma di prodotti cosmetici marchiati Lavanda della Riviera dei Fiori®, che comprende la crema mani, l’acqua micellare, la crema viso tonificante e il latte detergente. Alla base di tutta linea, la lavanda hybrida Boscomare, una delle varianti coltivate nel Ponente ligure e riportata in auge grazie al progetto Lavanda della Riviera dei Fiori®.

«Un progetto in cui sono determinanti l’entusiasmo e il sostegno di CNA Imperia, con la quale, grazie all’impegno e all’interessamento del Direttore Luciano Vazzano, è recentemente nata una forte sinergia finalizzata alla salvaguardia e al recupero del territorio mediante la valorizzazione delle produzioni locali.» Con queste parole Cesare Bollani, coordinatore del progetto, va direttamente al cuore della questione, che prosegue, «Il Progetto Lavanda della Riviera dei Fiori® è molto più di un marchio: è soprattutto un’opportunità di crescita, attraverso la sinergia tra operatori di diversi settori, dall’agricoltura al commercio, dal turismo all’artigianato, dalla cultura alla ristorazione al ricettivo.».

Ad oggi, hanno aderito al progetto Lavanda della Riviera dei Fiori® ben 35 Comuni e 22 tra coltivatori, produttori e/o trasformatori di diversi settori merceologici, tutti presenti nel triangolo compreso tra i Comuni di Ventimiglia (IM), Pietra Ligure (SV) e Ormea (CN). Gli enti e le realtà che hanno deciso di aderire al progetto in quanto “Territorio della Lavanda della Riviera dei Fiori” lo hanno fatto principalmente per permettere ai produttori, agli artigiani, alle strutture ricettive e alle aziende coinvolte di poter contare su una valida e coordinata attività di promozione e comunicazione, migliorando la propria visibilità sia a livello locale che nell’ottica di raggiungere nuovi mercati, in vista di nuove ricadute commerciali e opportunità lavorative. Parallelamente, il progetto Lavanda della Riviera dei Fiori® vuole contribuire ad una opportuna azione di recupero di terreni abbandonati e incolti, convertendoli in ‘lavandeti’ e sviluppando una efficace azione di salvaguardia ambientale e di lotta al dissesto idrogeologico.

«La nostra collaborazione mira ad instaurare un circolo virtuoso tra valorizzazione del territorio e promozione commerciale.», continua Vazzano di CNA. «In quest’ottica il nostro progetto intende “coltivare cultura”, puntando sul lavoro agricolo, la storia e le tradizioni, i prodotti tipici e lo sviluppo turistico, promuovendo i luoghi di produzione della Lavanda della Riviera dei Fiori®, commercializzando i prodotti cosmetici ed enogastronomici ad essa legati, anche all’interno di strutture ricettive, e producendo servizi legati al benessere. Un processo di sviluppo del sistema turistico non può prescindere da queste realtà e l’artigianato vuol fare la sua parte, candidandosi ad un ruolo centrale nell’impegno di rilancio di tali territori. Per questo intendiamo coinvolgere un numero sempre più ampio di aziende, pronte a cogliere nuovi stimoli, con la voglia di mettersi in gioco e sperimentare anche nuovi approcci commerciali.».

Per essere sempre aggiornati su tutte le iniziative della Lavanda della Riviera dei Fiori®, in attesa che il rinnovato sito internet sia online, è possibile visitare la pagina Facebook @lavandadellarivieradeifiori2015

Per ulteriori informazioni è possibile anche scrivere a info@lavandarivieradeifiori.it