Continuano i controlli a Ventimiglia della polizia locale per fare applicare il DPCM del Governo Conte che prevede la chiusura delle attività non alimentari nei giorni festivi e prefestivi situate nei centri commerciali e nei mercati coperti. Il comune obbligato a recepire la normativa nazionale l’ha fatta valere senza se e senza ma. Ieri, giornata prefestiva, è stata quindi sanzionata con 400 euro un’attività commerciale non alimentare dei cinesi che in palese violazione della norma era rimasta aperta al centro commerciale di Roverino. La sanzione pecuniaria per attività di vendita non consentita secondo le norme recente DPCM prevede anche una sanzione amministrativa ulteriore. Multati e fatti chiudere ma seguirà la trasmissione del verbale per richiedere anche la chiusura del locale per ulteriori giornate lavorative, in un numero variabile da 5 a 30. Hanno rispettato la norma di chiudere, invece, i negozi di piante e fiori posti sotto il mercato coperto. Quest’ultima, dice l’assessore al commercio Matteo De Villa, è una decisione che abbiamo dovuto prendere obbligatoriamente perchè così prevede il Decreto del Presidente Conte ma che non la troviamo giusta. Dovrebbe essere fatta un’eccezione per la filiera dell’agricoltura in forte crisi e comunque si tratta di merce deperibile. Purtroppo il decreto del Governo non lascia possibilità di manovra ma speriamo che presto ciò accada.