La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore all’Agricoltura Alessandro Piana, ha stanziato 170mila euro a favore dell’Istituto Regionale per la Floricoltura per potenziare il sistema di monitoraggio e accertamento fitosanitario. “Proseguire nel percorso di potenziamento delle capacità di ricerca e localizzazione degli organismi nocivi, migliorare le capacità diagnostiche fitosanitarie, non solo mantenendo le reti di monitoraggio esistenti ma attivandone di nuove, definire e applicare adeguati protocolli di profilassi e di lotta è un obiettivo prioritario e strategico – spiega il vicepresidente Piana – Il punto è non solo quello di proteggere l’ambiente ligure, ma di tutelare un settore, quello florovivaistico, di importanza nodale per l’economia della nostra regione. In particolare – precisa – l’oggetto dell’iniziativa è proprio il ‘potenziamento della rete di monitoraggio degli organismi regolamentati e dei relativi accertamenti diagnostici’. Con questo investimento andiamo a prevenire rischi fitosanitari in cui la Liguria potrebbe incorrere a causa dei diversi traffici di prodotti vegetali, proprio in considerazione del fatto che la Liguria sia un importante crocevia di traffici di prodotti vegetali per vie delle importazioni e delle esportazioni, un fatto che comporta un notevole rischio a causa dell’introduzione di specie esotiche invasive sia per le produzioni agricole che per il verde pubblico”.
“Il lavoro dell’Istituto regionale per la Floricoltura – aggiunge Piana – è di grandissima importanza per la salvaguardia del contesto ligure. Lo stanziamento di oggi è solo l’ultimo capitolo di una collaborazione intensa contro le specie estranee e le patologie delle piante, che ha dato risultati importanti e che vogliamo prosegua in questa direzione”.