“Finalmente domani, alla Camera dei deputati in commissione lavoro, su mia sollecitazione, il Governo darà una risposta sui tempi necessari per l’emanazione del decreto attuativo del bonus dei frontalieri. Dopo mesi di battaglie, durante l’esame del decreto Rilancio è stato approvato un emendamento, a mia prima firma, con il quale si riconosce una misura fondamentale nei confronti di una categoria di lavoratori che negli ultimi mesi non ha percepito né reddito né sussidi dallo Stato. Purtroppo però incredibilmente a distanza di oltre due mesi non c’è traccia ancora del decreto attuativo che consentirà ai frontalieri di ricevere il bonus. Una “dimenticanza” inaccettabile che sarà alla base del confronto che avrò domani con il Governo. Nel frattempo, prosegue il ciclo delle audizioni nelle commissioni riunite trasporti e lavoro, da me proposto e accolto all’unanimità da tutti i gruppi, sulla mobilità dei lavoratori transfrontalieri per evitare il ripetersi di gravi situazioni. Per il Governo è arrivato il momento di offrire risposte e risorse concrete.” Cosi’, in una nota, il deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulé