Nello scontro al vertice dell’ottava giornata, allo stadio “Bravi” di Bra, si trovano di fronte i padroni di casa di mister Daidola e la Sanremese di Bifini. I giallorossi non giocano da due partite dopo i rinvii delle gare con Vado e Legnano, ma sono ugualmente in testa alla classifica a quota 13, anche se a pari punti con il Pont Donnaz. La Sanremese, pur con i due punti di penalizzazione e l’incontro con il Saluzzo da recuperare, insegue ad una lunghezza.

Nel Bra assenti Marchisone e Petracca, entrambi non al meglio; Saltarelli invece è squalificato. Tra i piemontesi uno degli elementi di spicco è l’attaccante Mark Gaeta, ex di turno per aver militato nella città dei fiori nella stagione 2016/17. Rispetto alla partita con il Derthona, Bifini rilancia dal primo minuto Gagliardi, Doratiotto e Diallo; bomber Romano, 4 centri in campionato per lui, parte dalla panchina.

La Sanremese parte forte e nei primi minuti si rende subito pericolosa con Gagliardi che al 5’, servito da Lo Bosco, nel cuore dell’area piccola tira su Guerci che respinge d’istinto. Al 13’ lo stesso Gagliardi chiama Guerci ad un altro intervento a terra, mentre un minuto dopo Diallo, in diagonale, calcia di prima intenzione e la palla sfila sul fondo davvero di un nonnulla.

Il Bra gioca a centrocampo, ma la Sanremese in ripartenza è sempre in agguato. Al 20’ Lo Bosco si gira in area e tira, Guerci blocca; al 26’ il numero uno di casa si ripete su una conclusione di Gagliardi.

Mentre la Sanremese sembra poter passare da un momento all’altro, a sbloccare il risultato è invece il Bra al 32’: cross di Baggio da destra, palla che arriva in mezzo, l’ex Gaeta colpisce di testa, Gennaro respinge, il più lesto di tutti ad arrivare sulla sfera è Campagna che ribadisce in gol. Bra in vantaggio!

La Sanremese non ha il tempo di reagire che i giallorossi trovano anche il raddoppio al 37’: sugli sviluppi di un altro calcio d’angolo Tuzza dal limite di sinistro pesca il jolly con la palla che si insacca sotto la traversa. Nulla da fare stavolta per Gennaro. Bra – Sanremese 2-0.

Un minuto dopo Gemignani dal limite con un gran tiro colpisce anche lui la traversa a portiere battuto. Al 39’ poi un colpo di testa di Diallo termina sul fondo.

Il primo tempo si chiude così con il Bra in vantaggio di due reti.

All’inizio della ripresa mister Bifini opera subito un cambio: dentro Pellicanò per Doratiotto. La prima conclusione è di Campagna dal limite dell’area dopo un primo giro di lancette, palla sul fondo.

Al 54’ il Bra trova il punto che chiude la partita: sugli sviluppi di un corner da destra si crea una mischia nell’area piccola della Sanremese, batti e ribatti, sulla sfera si avventa come un falco l’ex Gaeta che batte Gennaro e raccoglie l’abbraccio dei compagni. Bra – Sanremese 3-0!

Per i biancoazzurri è una mazzata dal punto di vista psicologico. Gli ingressi di Fenati per Demontis e Romano per Diallo non cambiano le sorti del match. Il Bra gigioneggia e al 72’ trova addirittura il gol del 4-0 con il neo entrato Merkaj che si trova tutto solo in area, su un lancio di Tuzza, e di sinistro fulmina con un gran tiro Gennaro.

La Sanremese cerca almeno il gol della bandiera con Gagliardi al 75’ e con Pellicanò che chiede un rigore all’80’ dopo aver ricevuto una spinta in area, l’arbitro Castellone lascia correre.

L’ultima emozione del match arriva in pieno recupero con Romano, ma il tiro del centravanti napoletano termina alto sulla traversa.

Finisce 4-0 per il Bra, una punizione troppo grande per la Sanremese che soprattutto nel primo tempo non aveva affatto demeritato.

Fabrizio Prisco

TABELLINO:

BRA: Guerci, Olivero (87’ Bruno), Rossi, Campagna (83’ Cuoco), Tuzza, Gaeta, Cardore, Baggio (71’ Magnaldi), Bongiovanni (79’ Reeb), Gonella (65’ Merkaj), Daqoune. A disposizione: Giaccardi, Tos, Tabone, Sia. All.: Fabrizio Daidola

SANREMESE: Gennaro, Pici, Ponzio, Bregliano, Mikhaylovskiy, Demontis (56’ Fenati), Lo Bosco (85’ Castaldo), Gagliardi (87’ Murgia), Diallo (56’ Romano), Gemignani, Doratiotto (46’ Pellicanò). A disposizione: Dragone, Scarella, Sturaro, Fenati, Sadek. All.: Alessio Bifini

ARBITRO: Domenico Castellone di Napoli

ASSISTENTI: Alessandro Anedda di Cagliari, Lorenzo D’Alessandris di Frosinone

RETI: 32’ Campagna, 37’ Tuzza; 54’ Gaeta, 72’ Merkaj

NOTE: Gara a porte chiuse. Terreno in buone condizioni, giornata fredda e coperta, tipicamente autunnale. Ammoniti Baggio, Fenati, Romano. Angoli 6-4 per il Bra. Recupero 1′ pt, 5′ st.