In riferimento al Dpcm di ieri, questa mattina il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha tenuto diverse riunioni operative in Comune con assessori comunali e dirigenti.

Sono state fatte una disamina del documento ed un’analisi dei suoi effetti, in particolare per quanto riguarda le manifestazioni e gli eventi in programma insieme all’assessore al turismo Giuseppe Faraldi, il Casinò, le finanze pubbliche e i tributi.

Proprio sul tema dei tributi, il sindaco Alberto Biancheri e l’assessore alle Finanze Massimo Rossano, insieme agli assessori Mauro Menozzi (Attività Produttive e Demanio) e Lucia Artusi (Ambiente), di concerto con tutta l’Amministrazione comunale e con gli uffici competenti, annunciano di voler predisporre un ulteriore rinvio di tutti i tributi di prossima scadenza, che già erano stati rinviati la scorsa primavera.

In particolare verrebbero rinviate al 31/12 tutte le imposte in scadenza al 31/10, ovvero tra pochi giorni: Imu, Tosap, pubblicità, affitti immobili comunali e rateizzazioni avvisi di accertamento.

Inoltre, con analogo provvedimento, si andrà a predisporre per la Tari l’annullamento della rata di dicembre, lasciando che la prima rata sia quella di gennaio (fine mese) e quella successiva a febbraio (fine mese).

Dinnanzi al nuovo Dpcm, che va ad impattare su molte attività produttive e commerciali da oggi a fine novembre, con questo intervento l’Amministrazione Biancheri si pone un duplice obiettivo: da una parte lasciare il più possibile liquidità in mano ai cittadini e agli esercenti sanremesi, per poter fronteggiare meglio le settimane di difficoltà previste, dall’altro prendere tempo affinché i provvedimenti economico-finanziari del Governo (ed eventualmente della Regione Liguria per quanto di competenza) entrino subito a regime, sia con le annunciate misure di ristoro, sia con eventuali cancellazioni di tributi su base nazionale.

Su questo, stamattina il sindaco Biancheri si è già confrontato anche con tutte le associazioni di categoria del territorio (Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e CNA) e con i capigruppo di opposizione.

Le modifiche al piano tributario dovranno essere approvate dal Consiglio comunale.

Rinviare ulteriormente tutti i tributi è un segnale piccolo ma importante nei confronti dei cittadini sanremesi e delle nostre attività commerciali e produttive. Abbiamo agito già questa mattina, senza indugi, poiché alcune imposte erano di prossima scadenza, in attesa che il Governo vari al più presto il piano di aiuti annunciato”, ha dichiarato il sindaco Alberto Biancheri.