L’apertura della diga di Casterino non ha influito sulla piena del Roja che ha travolto San Dalmazzo di Tenda, Breil, Airole e Ventimiglia secondo i carabinieri forestali. Dalla diga sono usciti 60 metri cubi al secondo alle 22.45 del 2 ottobre, quando la portata del fiume era tra gli 800 e i 1.000 metri cubi al secondo, dunque meno del 10%. L’allerta rossa scatta quando la centralina Arpal ad Airole indica 5 metri. L’apparecchiatura ha smesso di funzionare quando l’acqua è arrivata a 8 metri, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.