Buongiorno sindaco,
Le scrivo rendendola partecipe del malumore come cittadino a
seguito del comportamento che si intende seguire con i cugini
d’oltralpe. Come lei stesso avrà potuto constatare i casi di contagio
da Covid in Francia sono in costante aumento e hanno raggiunto la
quota di 16000 in 24 ore il che ha comportato ad un inasprimento
delle misure di contenimento fino a mini lockdown.
Ora costoro, potrebbero entrare in Italia solo se hanno effettuato un
tampone nelle ultime 72 ore ma cosi’ non è, tant’è vero che in
frontiera si passa liberamente. Le faccio presente che in Francia l’uso
della mascherina è un optional visto che moltissimi, nonostante
l’imposizione, non la usano oltre ad aver fatto feste da più di 5000
persone, ricorderà quella dei puffi ( dove puffavano il Covid ) o il
festone sulle Promenade des Anglais con dj e oltre 5000 persone,
tanto per fare alcuni esempi.
Le chiedo quindi quali misure ha intenzione di prendere perchè va
bene il lamentarsi dei commercianti che senza di loro lavorano meno,
ma la nostra salute è più importante e senza regole precise vien
messa a rischio soprattutto se alcuni fanno entrare nei negozi anche
senza dispositivi. Difatto costoro si aggirano per la città e, non
ovunque e tutto il giorno è previsto l’uso della mascherina, situazione
che porterà ad un aumento dei contagi che poi giustificherà un nuovo
lockdown anche per noi.
Questo comportamento non è accettabile perchè o si va contro
un’ordinanza del ministro instaurando pero’ regole alternative atte a
contenere il contagio o allora si naviga a vista come dilettanti allo
sbaraglio e visto che si gioca con la nostra salute le consiglierei di
attivarsi il più velocemente possibile,grazie.

Massimo Morabito