A Villanova d’Albenga, Alberto Grosso, 53 anni, per vendicarsi del cognato con cui aveva litigato ha tentato di far saltare in aria la casa, saturandola di gas e realizzando un timer che avrebbe innescato un’esplosione. Prima di aprire la bombola di gas nell’alloggio in cui vivono la sorella e il cognato (in vacanza a Taormina), e che si trova un piano sopra al suo, Grosso ha rubato gioielli e le chiavi di una Citroen, a bordo della quale è poi fuggito. Ha raggiunto Pornassio, dove l’auto ha smesso di funzionare. Nella Citroen i Carabinieri hanno trovato due pistole, un fucile, un machete, gioielli, viveri, una tenda e una bombola di gas da 20 litri. I pompieri hanno scoperto il timer, disinnescandolo appena in tempo.