Nella giornata di mercoledì 12 agosto, l’Associazione Centro Ascolto Caritas Sanremo ha organizzato una gita al Laghetto dei Noci di Molini di Triora con alcuni ospiti delle proprie strutture di accoglienza.
Uno di loro ha avuto un malore probabilmente a causa dell’acqua fredda ed ha rischiato di annegare, rimanendo sott’acqua per quasi due minuti.
Sul luogo era presente Ciro Grazioli, militare della Capitaneria di Porto di Sanremo, che stava trascorrendo la giornata estiva in compagnia di moglie e figli. Si è accorto che il ragazzo dopo aver nuotato è andato sott’acqua senza più risalire e, resosi immediatamente conto del pericolo, lo ha raggiunto a nuoto per poi recuperarlo sott’acqua e riportarlo a riva. Dato che era in arresto cardiaco ha iniziato con l’aiuto dei presenti, incluse due infermiere della zona, a praticare il massaggio cardiaco fino all’arrivo dei soccorsi. Per circa trenta minuti ha eseguito le manovre di massaggio cardiaco e respirazione assistita, poi il ragazzo è stato trasportato nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Borea di Sanremo.
Dopo aver passato una settimana in Terapia Intensiva ed una nel reparto di Medicina il ragazzo è stato dimesso senza aver subito conseguenze dal punto di vista neurologico e fisico. Alle dimissioni l’Associazione ha organizzato una festa di bentornato nella struttura di Casa Papa Francesco alla quale ha partecipato anche Ciro Grazioli che, oltre ad averlo salvato, gli ha regalato un braccialetto che simboleggia l’albero della vita. Dopo essersi sincerato delle buone condizioni di salute del ragazzo, gli ha consigliato prudenza per le uscite future e si è reso disponibile presso la Caritas per prestare servizio di volontariato.
Un grande esempio di umanità e valore civile.