Accuse e repliche in corso sul caso Dimar la controversa pratica al centro del dibattito amministratjvo cittadino

È l”amministrazione Scullino con Il sindaco L’assessore al Commercio Matteo De Villa a replicare a parte della minoranza cittadina

L’assessore al commercio Matteo De Villa non ci sta, e rimanda al mittente le accuse di non essere coinvolto nelle decisioni dal sindaco. “La pratica Dimar è stata egregiamente esposta in consiglio dalla mia collega all’urbanistica Panetta e ampiamente discussa tra i consiglieri di maggioranza e opposizione. La mia posizione sulla pratica è sempre stata favorevole. Affermare che con questa approvazione abbiamo abbandonato i commercianti è soltanto un voler strumentalizzare ai fini politici l’argomento, al contrario abbiamo ragionato molto in questi mesi e, anche grazie agli introiti di queste pratiche, attueremo una serie di interventi importanti a favore del centro cittadinno e dei nostri commercianti. Mercato coperto in primis.
Tra poco inaugureremo il porto e anche li avremo 32 nuove attività, molto più simili a quelle del centro rispetto alle 4 medie strutture periferiche e non ho visto tutta questa strumentalizzazione. Sono certo che maggiore sarà l’offerta maggiore sarà lo sviluppo della nostra città. Ci vuole coraggio per amministrare, molto meno per fare polemiche politiche di questo genere”.

E i sindaco Scullino aggiunge: Lunedì il consiglio comunale ha messo in evidenza l’importante differenza tra chi amministra con coraggio e chi lo fa con la testa di struzzo e le orecchie da coniglio, classico comportamento del PD cittadino. Gli amministratori coraggiosi verificano, dialogano, trovano le soluzioni, questo è il loro mandato.
La sinistra la smetta di nascondersi e la smetta di criticare solo, hanno amministrato per 5 anni Ventimiglia senza alcun risultato, zero, nulla. Creano confusione per generare consenso, difendono lo status quo (qui e qua) di pochi a danno di molti.