Da Genova stavano andando in 7 su un pulmino verso Castiglion Fibocchi (Arezzo), dove vivono i due giovani assolti in appello dall’accusa di aver tentato di violentare Martina Rossi, studentessa morta precipitando dal balcone della loro camera d’hotel il 3 agosto 2011 a Palma di Maiorca. Ma il mezzo, con pennelli, vernici e uno striscione con la scritta “Giustizia per Martina”, è stato bloccato dalla Polstrada. Sono stati sequestrati taglierini, un manganello telescopico, un moschettone con coltello multifunzionale, vernice spray, alcuni fumogeni nautici. I sette sono stati denunciati per porto di oggetti atti ad offendere. Per loro sarà emesso un foglio di via dal Comune,