Al confine italo francese di Ventimiglia sono ripresi i transiti dei migranti, soprattutto afgani, e proseguono i respingimenti da parte francese, anche di mamme con bambini. Lo segnala la Caritas Intemelia che ha riaperto lo sportello socio legale, nella sede di via San Secondo a Ventimiglia.
“Alla luce del nuovo decreto legge che prevede la regolarizzazione di stranieri, che si trovano in Italia e che siano in possesso di determinati requisiti esamineremo le singole situazioni, valutando una possibile regolarizzazione” spiega il responsabile della Caritas Intemelia, Maurizio Marmo, all’Ansa.
Il centro di accoglienza del Parco Roya, in quarantena dopo che un ospite è stato trovato positivo al Covid. “Negli ultimi due mesi abbiamo registrato pochissimi passaggi – dice Marmo – La mensa è ancora chiusa per l’emergenza sanitaria, ma distribuiamo pacchi alimentari a chi è in transito. Ci risulta che siano state respinti una mamma marocchina e una senegalese, con bambini sotto i 10 anni, ora assistite da volontari di altre organizzazioni umanitarie”.