Il sindaco del Comune di Vallecrosia, Armando Biasi, comunica gli adeguamenti delle occupazioni di suolo pubblico deliberati: “La nostra azione Amministrativa si basa su attivare deliberazioni di Giunta o di Consiglio che siano corrispondenti alle norme vigenti ed in linea con i principi di contabilità pubblica.
“Sarebbe facile fare proclami solo per ottenere facili consensi, come purtroppo accade da parte dei nostri consiglieri di minoranza – dice Biasi – Come promesso, ci siamo occupati di tutte le istanze o necessità pervenute dalle associazioni di categoria e cittadini per l’emergenza sanitaria e sociale legata al Covid 19. Il giorno 20 maggio la nostra Amministrazione, in accordo con i settori di competenza, che ringrazio per enorme lavoro svolto e per la collaborazione, abbiamo approvato una delibera che permette l’adeguamento delle occupazioni di suolo pubblico all’emergenza legata al virus.
Premesso che i D.P.C.M. del Governo nazionale hanno stabilito delle agevolazioni per le riaperture delle varie attività, considerato che le ordinanze della Regione Liguria hanno confermato ed esteso tali opportunità, il Comune di Vallecrosia ha voluto dare un segno tangibile con un atto ufficiale.
Abbiamo concesso fino al 31 Dicembre ai titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, di attività artigianali di produzione e vendita di alimenti e bevande, di strutture turistico ricettive, l’utilizzo di tutte le aree disponibili in prossimità dei locali al fine di destinarle alle occupazioni attrezzate di suolo pubblico in conformità all’art. 4 tipologia 1 del “regolamento per la disciplina e la riqualificazione dell’occupazione di spazi pubblici e privati con dehors”.
Sarà concessa l’estensione del suolo pubblico comunale occupato a carattere temporaneo per i soggetti già autorizzati (in possesso di titolo autorizzativo in corso di validità), nonché per coloro i quali intendono occuparlo (ad oggi non in possesso di titolo valido per occupazione di suolo pubblico comunale).
Abbiamo stabilito di esonerare completamente i soggetti sopra indicati dal pagamento del canone dovuto per l’ampliamento\ nuova concessione fino al 31\12\2020.
Quindi, come anticipato nella nostra delibera di indirizzi del 08\04\2020, ci stiamo impegnando per riorganizzare la vita sociale ed economica della città di Vallecrosia
Infine, da ieri stiamo lavorando con gli uffici del settore finanziario e tributi per capire come operare nelle attuali norme per agevolare alcuni settori nevralgici, in quanto lo Stato, alla data odierna, non ha garantito tutte le coperture economiche ed i mancati introiti degli Enti Comunali, ma al contrario li ha gravati di competenze e responsabilità.
Senza veri e reali aiuti ai Comuni si renderà indispensabile la riconsegna delle chiavi al Prefetto”.