Fabio Perri (nella foto sopra), esponente di Fratelli D’Italia a Vallecrosia ha presentato un Ordine del Giorno in commissione per lasciare liberi i parcheggi e sospendere e ridurre i tributi a commercianti e cittadini: la maggioranza lo boccia !
Sono fortemente amareggiato per i cittadini di Vallecrosia, esordisce Fabio Perri, esponente di FDI: ho presentato al Presidente del Consiglio, un ordine del giorno dove ho invitato il Sindaco e la Giunta Comunale a:
1)      ad annullare il tributo relativo alla TARI 2021 per i due mesi di chiusura delle attività commerciali;
2)      ad un abbassamento della tariffa TARI parte variabile, dalla data odierna a fine anno;
3)      ad applicare un’esenzione totale dalla TOSAP per tutto l’anno 2020;
4)      a rimodulare le concessioni di suolo pubblico sul lato delle metrature e della tariffa:
5)      in merito alla metratura: laddove è possibile a parità di tariffa già pagata sia concesso una maggiore metratura fino al triplo delle metrature in più in funzione della conformazione della parte esterna del locale previa verifica con gli uffici preposti che servono non solo per dare più spazio e pertanto compensare la perdita di posti , ma anche per permettere un maggior distanziamento tra le persone a parità di posti (si pensi ai bar o ristoranti),
6)      in merito agli stabilimenti balneari autorizzare l’ampliamento in deroga alle concessioni demaniali
7)      a rinviare il pagamento del tributo sulle insegne e sulla pubblicità per tutto l’anno 2020 per tutti gli esercizi commerciali.

RISULTATO ? BOCCIATO dal Sindaco e dai componenti della Giunta e Maggioranza.
Dopo tre ore di discussione per spiegare come si potessero attuare quelle misure che trovano copertura in bilancio attraverso fondi impegnati come voce di spesa ma che nella realtà si non spenderanno a causa delle restrizioni derivanti dall’ emergenza Covid-19 come manifestazioni, spese per la mensa scolastica e non solo in quanto la scuola è chiusa, contributi che lo Stato darà ai comuni per coprire questi non incassi o agevolazioni.
Spiace che la maggioranza che siede in Comune a Vallecrosia, continua Fabio Perri consigliere di minoranza e commerciante, non abbia a cuore le legittime richieste dei commercianti, imprenditori, professionisti, artigiani e di tutte le realtà economiche: si evitino, quindi, proclami e si dimostri con fatti concreti di non voler lasciare indietro nessuno.
Mi dispiace, conclude Fabio Perri, che anche questa volta non si sia colto lo spirito costruttivo delle proposte a favore della comunità e non una sterile polemica.

Il sindaco Armando Biasi replica al consigliere di minoranza Perri
“Buon giorno, ho letto l’ennesimo comunicato stampa del Consigliere Perri e sono allibito! Trovo fuori luogo sferrare attacchi continui in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, in cui, la maggioranza si sta impegnando dodici ore al giorno per il bene comune e dei cittadini” – afferma Armando Biasi, sindaco di Vallecrosia.
“Risulta doveroso da parte del nostro gruppo fare chiarezza sulle tematiche sollevate e sulle “stravaganze amministrative” del signor Perri, a cui ho assistito durante la commissione capi- gruppo, insieme ai funzionari del Comune, al nostro consigliere Calipa, ed al Presidente del Consiglio Comunale Sandro Anastasio.
Il primo elemento di stupore è che Perri, sotto la bandiera politica di Fratelli d’Italia, sia diventato il portavoce e presenti istanze comunali per gli altri tre Consiglieri di minoranza, compreso Quesada, iscritto e militante nel Pd… davvero una confusione identitaria!”
Prosegue Biasi: “Per fare chiarezza: durante la commissione consiliare dei capi- gruppo il Consigliere Perri, rimasto solo, abbandonato dai suoi colleghi di minoranza, ha presentato una serie di proposte di deliberazioni da sottoporre all’Assise Consigliare ai funzionari comunali.
Purtroppo, e non è la prima volta, le stesse erano carenti e non pertinenti alle competenze riconosciute all’organo Consiliare.
Durante la stessa seduta, durata ben tre ore, lo stesso consigliere voleva imporre ai funzionari presenti, nonché alla nostra componente di maggioranza, le sue proposte che, però, erano incomplete dei pareri tecnici necessari per essere accolte e riconoscibili come deliberazioni.
Infatti, le stesse richieste sono state declassate, come da regolamento, a semplici interpellanze o comunicazioni, onde evitare di respingerle completamente, lasciando inalterato il contenuto delle stesse. Inoltre, durante la commissione, abbiamo ricordato al Consigliere Perri le azioni di aiuto intraprese in questo periodo a favore dei cittadini e delle categorie produttive, quali ad esempio la nostra delibera di Giunta n° 32 del 08\04\2020. Gli abbiamo fatto notare alla data dell’altro ieri 12\05\2020, non essendo stato emanato il Decreto Rilancio da parte dello Stato, non erano ancora disponibili le regole contabili per i Comuni in merito all’ I.M.U. e la T.A.R.I. obbligatorie per predisporre deliberazioni Comunali in merito. Al contrario, avevamo già deliberato a favore dei cittadini per la tassa di suolo pubblico e per le locazioni Comunali, essendo queste di nostra competenza.
Quindi, risulta palese come il Consigliere sia arrivato, ancora una volta, in ritardo rispetto all’azione amministrativa.
Assisto a continue prese di posizione tra il signor Perri e i Funzionari Comunali su formalismi, che non sono e non devono essere di competenza politica e che lo vedono sempre soccombente, questo determina una perdita di tempo che potrebbe essere impiegato in modo più proficuo a favore della nostra comunità. Questo accade nonostante tutti, dai componenti della maggioranza ai funzionari, durante le commissioni, si impegnino a spiegare gli iter amministrativi corretti al Consigliere Perri. Con nostro grande stupore, lui si ostina a fare dichiarazioni sui media molto distanti dalla realtà. E’ stato un periodo di attività intensa, abbiamo fronteggiato l’emergenza ascoltando i cittadini, confrontandoci con le Associazioni di Categoria, sottoponendo istanze al Presidente Toti e ad alcuni Assessori Regionali, che ringrazio per la disponibilità dimostrata. Abbiamo, inoltre, assistito con buoni e collette alimentari oltre due cento famiglie della nostra comunità, ogni mattina interagiamo con la popolazione attraverso dirette streaming, ho anche scritto al Capo dello Stato Mattarella in qualità di portavoce dei miei concittadini.
Preferisco dedicare il mio tempo a leggere decreti e norme, dato che per il momento hanno lasciato i Comuni Italiani soli e senza risorse, al fine di trovare i fondi per sostenere davvero i cittadini di Vallecrosia e le categorie economiche e non solo con slogan promozionali, piuttosto che continuare rispondere agli attacchi mediatici della minoranza.
Lancio un appello sincero al Consigliere e amico Perri di ritornare in sé, perché ormai siamo in tanti a non capire e riconoscere le sue azioni e peggio ancora le sue affermazioni, sempre molto distanti dalla realtà, in quanto il suo impegno ed il suo zelo potrebbero diventare una risorsa per la città, soprattutto in questo periodo particolare in cui è importante il contributo di tutti per la ripresa. Infine, voglio ringraziare la mia squadra e tutti i funzionari che stanno lavorando intensamente per fronteggiare questo momento drammatico, in cui il Governo, in modo vergognoso, ha deciso di abbandonare i cittadini ed i sindaci in tutta Italia non fornendo le coperture necessarie e la tutela sociale ed economica.
Un sindaco di Periferia che si impegnerà ogni giorno per le sue competenze e possibilità per i propri cittadini”.